Giovedì 18 aprile 2024

I criteri ESG alla prova dell'industria del Real Estate in Europa, il caso Urban Up | Unipol 

L'applicazione dei criteri ESG, Environmental, Social, Governance, al comparto Real Estate diventa una partita complessa e molto articolata quando la si guarda con l'ottica del grande operatore che gestisce un portafoglio immobiliare di centinaia se non migliaia di edifici. Puntare sulla sostenibilità sia ambientale che sociale richiede una programmazione che si sviluppa nel lungo periodo e con un piano di interventi necessariamente di ampio respiro. In particolare sul fronte del consumo energetico e della riduzione delle emissioni, per restare sull'Environmental, sia che si tratti delle Pubbliche Amministrazioni sia che riguardi una realtà privata, arrivare a traguardare gli obiettivi sfidanti che con l'Unione Europea hanno come obiettivo il 2030 e il 2050 non è semplice. Stilare, quindi, una roadmap che dia sostanza ai criteri ESG e individui gli obiettivi da raggiungere in relazione alle performance è di per sé una sfida. 

Di tutto questo si parlerà a REbuild 2024 durante il convegno dal titolo “I criteri ESG alla prova dell'industria del Real Estate in Europa” in programma martedì 14 maggio alle 15,00 a cui prende parte Urban Up |  Unipol che porta il suo caso come esempio. 

Tra i principali gruppi assicurativi in Europa, Unipol gestisce un portafoglio immobiliare di quasi 4.200 milioni di euro che vanta un’estesa diffusione territoriale e un’ampia diversificazione funzionale con gli uffici che fanno la parte del leone con quasi il 50% degli immobili. Impegnati da anni nel processo di efficientamento e riduzione dei consumi energetici, a partire dal 2015 è stato adottato il Sistema di Gestione dell'Energia collegato alla Certificazione ISO 50.001. Il Gruppo è inoltre concentrato nella costante riduzione delle emissioni climalteranti affrontando il problema del risparmio e dell'efficienza energetica su tutti gli immobili all'interno del suo perimetro e dandosi obiettivi in linea con quanto previsto dai Governi con l’Accordo di Parigi

In tale ambito nel 2023 sono intervenuti su 19 sedi direzionali, 70 centri di liquidazione e 46 immobili uso terzi. Il Gruppo non si occupa solo delle sedi, ma anche del patrimonio utilizzato da terzi. Ma in contemporanea è in corso l'implementazione della certificazione BREEAM e per alcuni immobili della certificazione LEED, che considera l’impatto ambientale complessivo degli edifici attraverso l’applicazione di specifici criteri di valutazione nelle tre macroaree della sostenibilità, della costruzione e della normativa applicabile a nuove costruzioni e ristrutturazioni di edifici esistenti. Dal 2016 il Gruppo Unipol ha avviato Urban Up, il progetto immobiliare finalizzato alla valorizzazione di alcuni tra i suoi edifici di proprietà più importanti. Partito dalla città di Milano con la riqualificazione di alcuni immobili simbolo del capoluogo lombardo per storicità e posizione, il progetto prosegue in diverse città italiane con interventi rivolti non solo alla promozione dei propri trophy asset, ma anche alla rigenerazione delle periferie urbane, declinando in ambito immobiliare il valore della sostenibilità attraverso l’adozione di soluzioni progettuali ispirate alla tutela ambientale.

Si tratta di un processo che nel suo insieme appare inevitabilmente per tappe, date le dimensioni del patrimonio in gioco e degli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Tags

REAL ESTATESOSTENIBILITA'INNOVAZIONE

Partecipa anche tu al futuro dell'edilizia italiana.

MAGGIO 2025 | RIVA DEL GARDA

I PARTNER DI REBUILD 2024 Conosci chi ha scommesso sull'innovazione.

Platinum Partner
Logo A22 Autostrada del Brennero
Logo Federcasse
Logo Gruppo Cassa Centrale
Logo ITAS Assicurazioni
Gold Partner
Logo ASS. TRENTINA EDILIZIA TRENTO - ANCE TRENTINO
Logo ArcelorMittal
Logo Associazione Artigiani Trentino - Confartigianato
Logo Consorzio Lavoro Ambiente
Logo Gruppo Dolomiti energia
Logo MyDATEC
Logo Unipol Gruppo
Bronze Partner
Logo ABB
Logo ARECneprix
Logo Confartigianato imprese Verona
Logo BrainsDigital  X-CO s.r.l
Logo CONFIDI Trentino Imprese
Logo FSC Italy
Logo Gruber
Logo Manni Green Tech
Logo Mioni Costruzioni Edili
Logo Open Building
Logo REair
Logo Risanamento
Logo Gruppo SOVECAR
Local Partner
Logo Cassa Rurale Alto Garda - Rovereto
Logo Federazione Trentina della Cooperazione
Logo Habitech
Scientific Partner
Logo Eurac Research
Logo FBK - FONDAZIONE BRUNO KESSLER
Logo Italian Proptech Network
Logo Università di Trento
Learning Partner
Logo Ordine Ingegneri Trento
Media Partner
Logo Adnkronos
Logo Canale energia
Logo Edizioni Morelli
Logo Greenplanner
Logo IlQI Il quotidiano Immobiliare
Logo Infobuildenergia
Logo Ingenio
Logo Materia Rinnovabile
Logo Materiali Casa
Logo Modulo.net
Logo Platform
Logo Requadro
Logo WebandMagazine
Logo DEA Edizioni
Logo Teleborsa
Communication Partner
Logo Spazi Inclusi
Patrocini nazionali
Logo ANCE Nazionale
Logo Assimpredil Ance
Logo Architetti Arco Alpino
Logo Assolombarda
Logo CNAPPC
Logo Consiglio Nazionale degli Ingegneri
Logo CNG
Logo ENEA
Logo Fondazione Illimity
Logo Fondazione Promozione Acciaio
Logo GBC Italia
Logo Kyoto Club
Logo INU - Istituto Nazionale Urbanistica
Logo RICS
Logo ULI ITALY
Patrocini territoriali
Logo Associazione Artigiani Trentino
Logo Collegio Geometri Trento
Logo Confindustria Trento
Logo Fraunhofer Italia
Logo Fondazione Hub Innovazione Trentino
Logo Ordine Architetti, Provincia di Trento
Logo Ordine dei Periti Industriali della Provincia di Trento
Logo Polo edilizia 4.0
Con il contributo della PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
Logo Provincia Autonoma di Trento
Outlook

LA NOSTRA RIVISTA Outlook: le voci di tutti i protagonisti di REbuild.

Leggi ora
LA NOSTRA RIVISTA